PROGETTAZIONE
METODOLOGICA
Slider

IN VOLO CON PETER PAN

PREMESSA
I bambini arrivano alla Scuola dell’Infanzia con caratteristiche proprie dell’età e con dati personali, originali e unici che vanno individuati, rispettati e valorizzati mediante la creazione di un ambiente strutturato negli spazi, nei tempi e nelle attività, in modo che sia garantito a tutti un processo evolutivo sul piano affettivo- sociale-cognitivo e un significativo approccio ai sistemi simbolico-culturali del nostro tempo. Nell’ottica dell’autonomia progettuale e con riferimento alle norme vigenti, la nostra scuola si impegna a perseguire le seguenti finalità:
-maturazione dell’identità;
-conquista dell’autonomia;
-sviluppo delle competenze;
-educazione alla cittadinanza.

Per raggiungere tali finalità, le insegnanti della scuola dell’infanzia “Ester Siccardi” intendono sviluppare una programmazione per sfondo integratore.
Si ritiene che tale modalità risulti valida in quanto conferisce unità all’intero percorso e favorisce la connessione tra le dimensioni affettiva e cognitiva.
I personaggi guida che fungeranno da mediatori durante le attività didattiche saranno Peter Pan, i suoi amici e i suoi rivali, che arriveranno dal mondo della fantasia e accompagneranno gli alunni della scuola dell’infanzia durante l’intero percorso educativo-didattico. La fiaba risponde ai bisogni fantastici dei bambini, rappresenta un momento magico della comunicazione adulto-bambino, uno strumento linguistico-cognitivo-psicologico molto importante.
Nel contesto attuale dove i mezzi di comunicazione di massa hanno un’estrema diffusione e i bambini sono spettatori assidui e passivi, bisogna recuperare il senso ed il valore della fiaba. La fiaba può assumere un ruolo molto importante, nel vissuto dei bambini perché li può aiutare ad avvicinarsi a ciò che essi stessi vivono durante la crescita: a confrontare, attraverso questo mezzo, con i propri timori e le proprie difficoltà. Essa, infatti, cattura immediatamente l’interesse del bambino, un interesse che perdura nel tempo in quanto corrisponde all’elemento “magico” che gli è proprio in questa fase particolare del suo sviluppo. Con quella sua atmosfera “speciale”, permette al bambino di identificarsi con i vari personaggi, di vivere con loro avventura, paure e sogni; soprattutto la fiaba, come dice Rodari, può dare le chiavi per entrare nella realtà per strade nuove, può aiutare il bambino a conoscere il mondo e diventare il mezzo attraverso il quale parlare con lui di tante cose.
L’itinerario didattico che ci si propone di realizzare si concretizzerà attraverso attività coinvolgenti (in cui i bambini saranno i protagonisti, liberi di esprimere la loro personalità): ascolto e rielaborazione della storia a livello verbale, grafico-pittorico, espressione corporea, musica, recitazione, ecc. Il nostro compito sarà quello di predisporre un ambiente motivante atto a stimolare le relazioni, gli apprendimenti, le fantasie, l’immaginazione e la creatività e mettere in atto strategie di relazioni quali l’atteggiamento di “ascolto” attivo e propositivo, di guida, di stimolo e di incoraggiamento per generare autostima e sicurezza.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

I seguenti obiettivi di apprendimento sono stati formulati in riferimento ai Traguardi per lo sviluppo delle competenze sanciti dalle Nuove indicazioni nazionali, tenendo presente il contesto socio culturale e le esigenze formative del bacino d’utenza in cui la scuola opera. Saranno perseguiti attraverso esperienze ed attività progettate nelle singole Unità di apprendimento ove si delineeranno le competenze attese in relazione alle diverse fasce d’età.

1° TAPPA        SETTEMBRE- OTTOBRE: VITA SULL’ISOLA
•        L’ACCOGLIENZA: chi torna e chi sbarca sull’Isola per la prima volta
(Preparazione degli spazi per accogliere i bambini; inserimento dei bimbi in modo graduale, attento, personalizzato, consapevoli che il distacco può far soffrire ma anche crescere.)
•        I pappagalli del Capitano: Poesie e filastrocche (strumenti validi per la socializzazione)
•        IL MARE E I SUOI ABITANTI racconti dell”ESTATE (Conversazione in circle time)
•        ISOLE DI UN ARCIPELAGO…come la nostra Scuola (Conoscenza dell’ambiente scuola come luogo familiare, normative di prevenzione Covid; Presentazione delle sezioni e dei personaggi della storia)
•        Festa dei NONNI (Dalla famiglia d’origine alla famiglia dei Bimbi sperduti)

2° TAPPA          NOVEMBRE: LA FANTASIA METTE LE ALI
•        L’AUTUNNO (Dai boschi dell’isola che non c’è: scoperta e conoscenza)
•        Le REGOLE (Osservando il vascello di Capitan Uncino come i Pirati a bordo seguono
•         delle regole: scoperta e conoscenza delle regole da seguire a SCUOLA)
•        LATERALIZZAZIONE (L’Uncino del Capitano alla mano sinistra: scopriamo qual è)
•        Peter e i giochi con le ombre (tecniche di chiaro-scuro)
•        Trilly e la polvere di stelle
•        “Puoi volar…” Il cielo e suoi cambiamenti stagionali

DICEMBRE
•        La laguna delle sirene (letture di favole e leggende)
•         il S. NATALE (Scoperta e conoscenza delle festività natalizie, Peter Pan porta dei doni ai bimbi sperduti: il significato del dono
•        RECITA di Natale

GENNAIO:
•        IL TEMPO METEREOLOGICO (Scoperta e conoscenza dei vari aspetti)
•        Gli opposti: caldo-freddo, lungo-corto, bello-brutto
•        IL TEMPO CRONOLOGICO (Cocò e il TIC TOC del tempo che passa: le stagioni, i mesi, la settimana, la giornata)

3° TAPPA          FEBBRAIO: L’ACCAMPAMENTO INDIANO
•        I COLORI E LE FORME:( scoperta e conoscenza del Totem, le capanne indiane)
•        LA FAMIGLIA (come tante tribù)
•        IL CARNEVALE (Toro in Piedi nomina Peter Pan Grande Capo Aquila volante e gli fa indossare un copricapo indiano: i travestimenti)
•        L’IGIENE e L’AUTONOMIA (le abitudini di Giglio Tigrato, Nana gioca e riordina)

4° TAPPA         MARZO: A… COME ANIMALI
•        LA FESTA DEL PAPA’:( Giglio Tigrato liberata da Peter riabbraccia Toro in piedi)
•        LA PRIMAVERA (il risveglio della natura sull’Isola)
•        LA S. PASQUA: (Scoperta e conoscenza delle festività religiose e delle tradizioni)
APRILE:
•        L’AMICIZIA NELLE DIVERSITA’ (Orsetti e Leprotti si vogliono bene)
•        IL RISPETTO PER LA NATURA E PER L’AMBIENTE: (…come gli indiani)

5° TAPPA      MAGGIO: LA CITTA’ DI LONDRA
•        EDUCAZIONE STRADALE (Trilli, traccia la strada a Capitan Uncino per raggiungere i Bimbi sperduti: scoperta e conoscenza del codice della strada, incontro con i Vigili urbani, topologia, coding.)
•        LA FESTA DELLA MAMMA (Wendy spiega ai Bimbi sperduti chi sono le mamme)
•        EDUCAZIONE alla CITTADINANZA (In volo sulla Città con Wendy, Gianni, Michele)
•        Parliamo dell’”Isola che non c’è” e dell’”Isola che c’è”: uscita didattica virtuale all’Isola Gallinara
GIUGNO: Il ritorno a casa
•        FESTA DI FINE ANNO SCOLASTICO (Peter Pan riporta a casa Wendy e i suoi fratelli sul vascello di Uncino e l’avventura finisce, Saggio di fine anno e Consegna dei Diplomi)

ATTIVITA’ EXTRACURRICOLARI
Giglio Tigrato e il canto delle Sirene (MUSICA)
Acrobazie dei Bimbi sperduti (MOTORIA)
“Solo chi crede… può volare” (RELIGIONE)
Dal Big Ben di Londra (INGLESE)
LABORATORI
•        “IN CAMBUSA CON SPUGNA” (laboratorio di cucina nelle classi)
•        “I RACCONTI DI WENDY” (biblioteca in sezione e creazione di libri);
•        “GIGLIO TIGRATO e IL CANTO DELLE SIRENE” (ed. Musicale)
•        “LA MAGICA POLVERE DI TRILLY” (laboratorio teatrale)
•        “UN BARATTOLO DI LETTERE E NUMERI” (attività di prescolastica)
•        “OPERE E TELE DI GIANNI E MICHELE” (percorso di arte e creatività)
Scroll to Top